Trucchi in Cucina

Desideri rimuovere tutto il grasso addominale? Basta preparare questa semplice ricetta

Spesso per raggiungere una forma fisica adeguata, servono mesi e mesi i duro lavoro in palestra, e una dieta ferrea. Questa ricetta ci può aiutare.

Quello che vi proponiamo oggi è un rimedio fantastico, TOTALMENTE naturale, e facile da preparare, ma i cui effetti non faranno che sorprendervi, pasto dopo pasto, tanto che vi convincerete, come hanno fatto già migliaia di persone, a continuare ad usarlo, anche dopo aver raggiunto il risultato desiderato.

Questo “tè” infatti, è un ottimo rimedio contro il grasso addominale, e darà a tutti voi una grossa mano ad eliminarlo!

Per preparare l’infuso bastano pochi ingredienti, anche semplici da trovare, e sono:

– un pezzettino di zenzero
– 2 bastoncini di cannella
– 3 limoni tritati

La preparazione, molto semplice è questa:

Mettere sul fuoco a bollire circa 400 ml di acqua. Una volta che ‘acqua è entrata in ebollizione mettere al suo interno tutti e tre gli ingredienti, e fare bollire per 25 minuti a fiamma lenta. Dopodiché scolare il tutto con un comunissimo colino, e servire.

È importante che questa bevanda venga bevuta prima di ogni pasto principale, e garantirà un risultato incredibile. Infatti i limoni e lo zenzero aiutano a bruciare i grassi in eccesso, mentre la cannella ne evita l’assorbimento.

Insomma una ricetta incredibile e facile da preparare! Cosa aspetti? Condividi con i tuoi amici questa stupenda ricetta!

Tutorial Utili

7 esercizi efficaci per sbarazzarsi dell’indesiderato doppio mento

Il doppio mento può presentarsi per cause ereditarie, per soprappeso, per l’età che avanza o anche per una cattiva postura. In ogni caso è sicuramente poco piacevole in quanto comporta la formazione graduale di pelle in accumulo proprio sotto il mento, creando il famoso doppio mento. Esso crea un effetto viso tondo più accentuato e non è considerato un elemento di bellezza ma un difetto.

Ci dà fastidio e non ci piace quel grasso sotto il mento che, a volte, ci aggiunge qualche anno d’età rispetto a quelli che abbiamo. Si sa che eliminarlo è difficile e che sono molte le donne che ricorrono alla chirurgia estetica, ma vi assicuriamo che attraverso semplici accorgimenti è possibile ridurre il doppio mento. 

Perché si forma questo doppio mento antiestetico? In pratica è dovuto ad un rilassamento del muscolo situato sotto al mento che, con gli anni, perde tonicità. L’alimentazione, la mancanza di idratazione e la perdita di definizione e tono fanno sì che scenda, cambiando così l’equilibrio del volto. Ma a volte è un problema che insorge nelle donne in menopausa anche se non hanno problemi di peso.

Con un po’ di sforzo e di tecniche facili da seguire, potrete ridurre un po’ la sua incidenza.

Riscaldamento dei muscoli

Proprio come prima di qualsiasi altro allenamento, ti consigliamo di scaldare i muscoli facciali.
A tale scopo, spostare la mandibola in avanti e indietro e a destra e sinistra. Tutti i movimenti devono essere eseguiti lentamente e dolcemente senza scatti improvvisi. Ripetere l’esercizio 8-10 volte.

1. La paletta

Aprire la bocca, e rotolare il labbro inferiore sopra i denti inferiori. Immaginate di avere bisogno di raccogliere l’acqua con la mascella inferiore. Spostare la testa in giù e chiudere la bocca mentre si solleva la testa.
Durante l’esecuzione di questo esercizio fare in modo che gli angoli delle labbra sono completamente rilassati. Ripetere 5-7 volte.

2. Tocca il naso

Tirate fuori la lingua, per quanto possibile, e cercare di raggiungere il naso con la punta della lingua. Tenere le labbra rilassate. Ripetere 5 volte.

3. L’ovale perfetto

Se si desidera restituire la forma ovale del tuo viso per un aspetto più giovane, fare il seguente esercizio: girare la testa verso sinistra, e tirare la mascella inferiore in avanti, tendendo i muscoli del collo. Si dovrebbero sentire i muscoli a sinistra del collo tirare. Poi girare la testa a destra e fare lo stesso movimento. Ripetere 5 volte per ogni lato.

4. “Bacia la giraffa”

Immaginate di baciare una giraffa (o qualcuno che è molto alto).
Sollevare la faccia in su e guardare il soffitto. Portare la mandibola in avanti, e posizionate le labbra come se baciaste qualcuno. Se si sta eseguendo correttamente l’esercizio, si dovrebbe sentire una forte tensione nel collo. Tenere la posizione per 5 a 8 secondi e rilasciare. Ripetere 5 volte.

5. Opponi resistenza

Per questo esercizio, è necessario fare due pugni e metterli direttamente sotto il mento. Poi iniziare a muovere la mascella inferiore leggermente verso il basso sui pugni, e sforzare i muscoli superando la resistenza. La forza di pressione dovrebbe aumentare gradualmente. Quando si raggiunge la massima resistenza, tenere premuto per 3 secondi. Poi rilassarsi, e ripetere l’esercizio 5-7 volte.

6. Sorridi

Stringere i denti con la bocca chiusa, e cercare di allungare gli angoli delle labbra il più ampio possibile. Ora spingere la lingua contro il palato aumentando gradualmente la forza di pressione. Se senti una forte tensione nei muscoli del mento, hai eseguito l’esercizio in modo corretto. Mantenere questa sensazione di tensione per 5 secondi, e poi rilassarsi per 3 secondi. Ripetere 5-8 volte.

7. Gonfia le guance

Chiudi la bocca e gonfia le guance. Ora premete i palmi delle mani sulle guance in modo che si senta la tensione nei muscoli. Mantenere la posizione per 3-5 secondi, quindi rilasciare l’aria e rilassarsi. Ripetete l’esercizio 5-6 volte.

Nel video qui sotto sono illustrati gli esercizi. Ricordatevi che in questa zona del corpo la pelle aderisce al muscolo, dunque, se tonificate e rassodate il muscolo anche la pelle si tonificherà. L’importante è essere costanti.

(Articolo tradotto da: Brightside.me)

Tutorial Utili

Un metodo rivoluzionario per perdere peso e pancia in quattro minuti al giorno!

Il metodo di cui vi parliamo è stato messo a punto da uno dei personal trainer più bravi di tutto il mondo: Jim Saret.

La serie di esercizi non è difficile, ed è svolta tutta a corpo libero. Bisogna però stare attenti che tutti gli esercizi vengano svolti in maniera corretta, e soprattutto che ci sia una piccola pausa tra una serie e l’altra per non perdere gli effetti “brucia grassi”.
Il rispetto dei tempi è importante perché i muscoli, non avendo il tempo di riposare, o ossigenarsi bene, saranno costretti a bruciare il grasso superficiale per prendere l’energia necessaria, garantendo un dimagrimento assicurato.

Questa del video è una serie di esercizi unica, che vi garantirà una pancia piatta, un addome scolpito e dei glutei sodi.
La serie consiste in: saltelli sul posto, una serie di squat, flessioni a terra e infine, piegamenti sulle gambe.

Fatelo tutti i giorni per almeno un mese e vedrete che risultati!

Questo metodo di perdita di peso è stato sviluppato specificamente per le persone che non hanno molto tempo da dedicare alla palestra. Jim Saret, crede che il maggior numero di esercizi tradizionali non sono efficaci per bruciare i grassi.
Mentre con esercizi tradizionali si perderebbero 150 calorie all’ora, con il suo metodo, si possono perdere 100 calorie in soli 4 minuti!
Jim spiega che coloro che sono in buona forma fisica possono anche riuscirsi in soli 2 minuti, ma l’ideale è quello di trascorrere quattro minuti al giorno per questi esercizi. Per far sì che questi esercizi diventino una routine, cercare di farli insieme ad un familiare o un amico.

Trucchi in Cucina

Lo zenzero in cucina: 4 ricette facili e salutari

Per godere di tutte le  proprietà dello zenzero è sufficiente masticare 1 o 2 gr di radice fresca prima dei pasti, ma non a tutti piace, o usare lo zenzero fresco o essiccato come condimento e grattugiato su tanti piatti, per dargli un tocco esotico in più per il quale il vostro apparato digerente ringrazierà. Vediamo qui di seguito 4 facili ricette per poterlo assumere con gusto in cucina, durante i pasti di tutti i giorni:

Spaghetti, olio, aglio e zenzero.
Questa è una semplice variante ai solito spaghetti aglio, olio e peperoncino. Per la preparazione va bene sia lo zenzero fresco che quello in polvere.

50 ml di olio d’oliva
uno spicchio d’aglio
un pizzico di zenzero grattugiato o in polvere

Fate insaporire l’olio in una padella con l’aglio e lo zenzero, scaldando il tutto senza farlo friggere. Buttateci gli spaghetti appena scolati e saltateli per un paio di minuti.

Trucchi in Cucina

7 buoni motivi per bere birra. Il 3 e il 6 sono ottimi motivi!

Ci sono buone notizie per gli amanti della birra. Dai ricercatori arrivano sette ottime ragioni per bere birra (moderatamente): fa bene alla salute.

In alto i boccali! Ecco di cosa si tratta.
1. La birra aumenta la densità delle ossa
I Ricercatori dal Dipartimento di Scienza Dell’alimentazione & della Tecnologia all’Università di California, Davis hanno studiato la produzione commerciale della birra per determinare la relazione fra i metodi di produzione della birra ed il contenuto risultante del silicio, concludenndo che la birra è una sorgente ricca di silicio dietetico che aiuta muscoli e ossa a connettersi e aumenta la densità delle ossa. Specialmente la birra scura, grazie all’alto contenuto di luppolo. Si può quindi affermare che un moderato consumo di birra scura aiuti a prevenire l’osteoporosi. I Dettagli di questo studio sono disponibili nell’edizione di Febbraio del Giornale della Scienza di Alimento e dell’Agricoltura, pubblicata da Wiley-Blackwell a nome della Società dell’Industria Chimica.
2. La birra può migliorare i livelli di colesterolo
Un gruppo di ricercatori del MGH di Boston ha reso ufficiale e scientifica la seguente notizia:”la birra, ingerita in piccole dosi (qualche sorso, circa mezzo bicchiere) fa diminuire il Colesterolo cattivo (LDL) che circola nel sangue”. Il consumo di birra favorisce la presenza di colesterolo HDL (detto anche “colesterolo buono”) nel nostro corpo. Fino a una birra al giorno, quindi, si può avere un impatto positivo sui livelli di colesterolo nel sangue.
3. La birra può ridurre i rischi di malattie cardiovascolari
In base a quanto reso pubblico dall’Università di Harvard (a questo link il dettaglio dei risultati in lingua inglese), più di 100 studi hanno dimostrato una correlazione tra un consumo moderato di birra e la riduzione dei rischi di attacchi di cuore tra il 25 e il 40%. Se volete quindi avere un cuore in salute, trattatevi bene e concedetevi una birra fresca, ogni tanto, a cena.
4. La birra può ridurre i rischi di diabete
Studi comparati hanno dimostrato una relazione tra il consumo moderato di alcol e un abbassamento dei rischi per il diabete di tipo 2. Ricercatori americani hanno evidenziato che chi beve fino a 300 ml di birra al giorno, corre meno rischi di contrarre questo tipo di malattia.
5. La birra può prevenire i calcoli ai reni
Non si augurerebbero i calcoli renali al nostro peggior nemico! Per fortuna, alcuni studi hanno dimostrato che i rischi di avere i calcoli ai reni si riducono fino al 40% se si beve una bottiglia di birra ogni giorno.
6. La birra potrebbe aiutare a combattere il cancro
Alcuni ricercatori hanno scoperto che lo xantumolo contenuto nel luppolo aiuta a prevenire l’assorbimento eccessivo del testosterone prodotto, uno dei rischi maggiori per il cancro alla prostata. Allo stesso tempo, lo xantumolo è stato inserito in altre ricerche sui tumori, per indagarne le proprietà. La novità arriva da MultiMedica e dall’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova: la Dr.ssa Albini (Milano) e la Dr.ssa Nicoletta Ferrari (Genova), e i borsisti Raffaella dell’Eva e Nicola Tannini.
7. La birra ci protegge dalla demenza
Potrebbe suonare strano in un primo momento: usare l’alcol per combattere la demenza. Ma il già citato xantumolo può aiutare anche a prevenire lo stress ossidativo, una delle cause dell’insorgere della demenza negli anziani. Inoltre, la birra (in quantitativi moderati) può mantenere il cervello in forma fino a età avanzata.

 

Chi di voi è ben informato, probabilmente sapeva già che la birra buona non rende solo felici, ma contribuisce anche al nostro stato di salute. Un brindisi a queste scoperte!

Tutorial Utili

Prova a massaggiarti il dito per 1 minuto: incredibile quello che succede al tuo corpo!

Il Jin Shin Jyutsu è una branca della medicina tradizionale cinese e si occupa dei 26 centri di energia presenti nel nostro corpo e connessi a differenti organi. Se stimolato, ciascuno di questi punti apre i canali di energia verso lo specifico organo al quale è collegato. Grazie a questa manovra, il funzionamento dell’organo migliora e c’è un aumento generale del benessere. Per avvertire i benefici, vi basta massaggiare il dito giusto per un minuto! Scopri quale dito fa al caso tuo:

Provate a massaggiare il dito che vi interessa per alcuni giorni, un minuto tutti i giorni, e capirete se questa tecnica fa al caso vostro con l’attenuarsi dei sintomi.
Il Jin Shin Jyutsu, come anche l’agopuntura e l’agopressione, sono tecniche curative piuttosto popolari per diversi malanni ma, ovviamente, per dolori frequenti è consigliabile consultare un medico.

Tutorial Utili

ALLENARSI COL PUPO 😃

Ecco come tenersi in forma imitando il vostro piccolo che gattona. Siete mamme e non avete mai tempo per prendervi cura di voi e del vostro fisico perchè dovete sempre dar retta al vostro bimbo? Nessun problema, imitatelo ogni giorno per mezz’ora, vedrete che ginnastica!

Trucchi in Cucina

10 Buoni motivi per non essere vegetariani, o peggio, vegani

Il web è pieno di persone che sbandierano ai quattro venti le ragioni per cui qualcuno dovrebbe diventare vegetariano. Ho deciso di andare controcorrente e proporvi 10 motivi per cui invece è meglio non essere vegetariani o vegani (ancora peggio).

Nonostante la carne sia costosa e la sua distribuzione causi la sofferenza di animali innocenti (così dicono i sostenitori del vegetarianismo), alcuni di noi semplicemente non riescono a farne a meno. Io sono tra questi e se lo siete anche voi, ecco ben dieci argomentazioni che potrete usare con chi ha cercato o cercherà di convincervi a diventare vegetariani.
Motivazione storica

Grazie ai miracoli dell’evoluzione, noi esseri umani siamo in grado di sopravvivere anche seguendo una dieta priva di carne. Ma questo non significa che siamo vegetariani naturali. Nel non troppo lontano 2003, alcuni scienziati hanno stabilito che i nostri antenati mangiavano carne già 2 milioni e mezzo di anni fa. In altre parole, il consumo di carne non è il manifesto della decadenza moderna: è parte della nostra dieta tradizionale e ha origine nella notte dei tempi.
Motivazione fisiologica

Avete mai visto lo stomaco di un erbivoro? Nel caso dei ruminanti si parla di ben 4 stomaci, tutti necessari alla digestione dei vegetali. Il più importante di questi è il rumine, dove avviene la digestione microbica. Noi esseri umani non abbiamo la digestione microbica e non siamo in grado di scindere la cellulosa. Se qualcuno volesse fare il saputello e tirar fuori gli erbivori monogastrici (con uno stomaco solo), ricordategli che tra questi vi sono i roditori, noti per alimentarsi delle loro feci allo scopo di migliorare la digestione dei vegetali ingeriti. Volete davvero paragonarvi a loro?
Motivazione evolutiva

Noi esseri umani per certi versi siamo decisamente strani. Forse nessuno ve l’ha mai detto, mail nostro cervello non dovrebbe essere così grande e complesso. Di norma nel regno animale la complessità e le dimensioni cerebrali crescono di pari passo con la stazza. Ma cosa ci rende così speciali? Secondo uno studio del 2011, sarebbe stato merito del nostro appetito per la carne. L’assunzione di carne, soprattutto cotta, ha favorito lo svilupparsi del cervello umano, fino a farci diventare come siamo oggi. Se potete anche solo pensare o decidere di voler diventare vegetariani, è merito della carne, che vi ha reso intelligenti e senzienti.
Motivazione anatomica

Se il discorso relativo allo stomaco non vi è bastato, è il momento di soffermarci sulla bocca. La nostra dentatura è una dentatura da onnivori. Oltre ai molari tanto amati e usati da chi porta avanti una dieta a base di verdura, nella nostra bocca ci sono anche gli incisivi per spezzare e soprattutto i canini per strappare. I canini sono i denti tipici degli animali che prevedono il consumo di carne all’interno della loro dieta.
Motivazione biologica

Un’argomentazione spesso sostenuta dai vegetariani è che gli esseri umani sono gli unici primati a mangiare carne. Ergo, deve essere innaturale. Ma indovinate un po’? Non è assolutamente vero. Nel 1960, la nota etologa Jane Goodall ha osservato degli scimpanzé a caccia che mangiavano altri animali allo stato brado. Negli anni successivi, è stato dimostrato che alcune comunità di scimpanzé mangiano circa una tonnellata di carne all’anno. Quindi, se anche i nostri “cugini” si fanno una buona bistecca ogni tanto, perché noi dovremmo rinunciarci?
Motivazione ambientale (1)

In questo periodo si parla tanto di impatto zero e chilometri zero. La carne, trasportata per mezzo mondo in maniera tale da essere consumata anche a grandi distanze, sarebbe ritenuta dannosa per l’ambiente. Eppure sotto molti aspetti l’allevamento agevola in altri modi il risparmio di carburante. Il letame prodotto dagli allevamenti è la fonte principale di materia organica ed è importante per la fertilità del suolo utilizzato per le produzioni vegetali. Il pascolo degli animali, inoltre, può avvenire in aree agricole non destinate alle coltivazioni: lasciare aree a produzione di foraggio è, infatti, un buon sistema per evitare rotazioni molto frequenti delle stesse colture e per diversificare il sistema agricolo. Ovviamente questo discorso ha un suo fondamento in quegli allevamenti che possono essere definiti biocompatibili.
Motivazione ambientale (2)

E se la prima motivazione ambientale era in difesa degli allevamenti, la seconda vuole precisare alcuni punti circa la produzione del tofu e quindi della soia. La quantità di terreno necessario per la coltivazione della soia è maggiore di quello usato per gli allevamenti. Inoltre il trattamento e la raccolta della soia necessitano di più combustibile fossili, tenuto conto anche del fatto che il prodotto finale deve spesso essere spediti a grandi distanze, se si vive in qualche luogo sfigato come la Gran Bretagna, dove il clima è molto sfavorevole alla coltivazione del sostituto della carne. In altre parole, la soia non è più ecologica.
Motivazione sociale

L’ennesimo luogo comune di cui si fanno scudo i vegetariani nei confronti di chi mangia carne è che questa rende più aggressivi. Ancora una volta smentiamo questo falso mito, grazie allo studio portato avanti da un gruppo di scienziati che ha deciso di esaminare la questione nel dettaglio. Mostrando ad alcuni uomini delle immagini di carne rossa e mettendoli successivamente in una posizione di potere nei confronti di un altro soggetto, i ricercatori hanno scoperto che coloro che vedevano la bistecca erano in realtà molto più rilassati e meno inclini all’aggressività di coloro a cui non veniva mostrata. Alla faccia di chi va in giro a dire il contrario!
Motivazione ecologica

Sapete perché in Italia e nel mondo ci sono ancora abbastanza campagne e abbastanza aree verdi? E’ tutto merito dell’allevamento. Come precisa lo scrittore ecologista Simon Fairlie, il bestiame fornisce la biodiversità che gli alberi da soli non sarebbero in grado di fornire. Esso è il miglior mezzo che abbiamo per mantenere gli ampi spazi verdi. Inoltre sfrutta la biomassa che altrimenti sarebbe inaccessibile e ricicla i rifiuti che sarebbe un problema smaltire. Infine gli animali da allevamento sono la migliore garanzia che il fosfato prodotto dalle coltivazioni venga reintrodotto nella catena alimentare. Ovviamente bisogna tener conto che quello è solo il parere di Fairlie: è vero che la creazione di spazi per l’allevamento è la prima causa della deforestazione in Sud America, ma ciò non toglie che quegli ampi spazi, ad oggi, potrebbero essere disponibili per l’installazione di impianti solari, cosa che non sarebbe stata possibile altrimenti. Si fa presto a dire ecologia…
Motivazione gastronomica

Dopo ben nove motivazioni serie, spero che ne accetterete una un po’ più egoistica rispetto alle precedenti. Per alcuni è difficile, se non impossibile, rinunciare alla carne perché è deliziosa. E’ il miglior modo per assumere proteine e come sapore è imparagonabile a quello degli alimenti che forniscono proteine vegetali. Certo, ogni tanto una grigliata di verdure fa piacere, ma non è un vero barbecue senza una gustosa bistecca.
NB: Questo articolo non vuole giudicare la scelta di diventare vegetariani. Ognuno è libero di fare ciò che vuole. Vuole semplicemente essere un testo (infarcito di informazioni reali e verificabili, dal momento che in alcuni casi ho messo pure la fonte) che consenta a chi ha una dieta variegata di rispondere a quella parte di vegetariani, vegani, fruttariani, etc. che si permettono di giudicare coloro che non la pensano come loro.
 
Giulia Zannoni di Gizzeta
 

Trucchi in Cucina

Una banana al giorno, i benefici del frutto che toglie gonfiore e stress

PROVATE A MANGIARE UNA BANANA AL GIORNO: PAZZESCO COSA SUCCEDE AL VOSTRO CORPO
Una banana al giorno, i benefici del frutto che toglie gonfiore e stress

E’ un frutto che mangiamo in molti ma del quale in tanti ignorano i grandi benefici per l’organismo. E’ la banana, che se mangiata con regolarità può avere incredibili effetti, riducendo il gonfiore ma anche ansia e stress, con le bucce di banana che possono invece essere usate sia a tavola che come rimedio di bellezza. La banana infatti contrasta la ritenzione idrica, riducendo il gonfiore, mangiandone due al giorno prima dei pasti per ottenere risultati in due mesi.

Dato che contiene 12 mg di colina, sostanza che accelera il processo di lipolisi andando a degradare i lipidi presenti nell’organismo, la banana di fatto brucia i grassi; ma è anche in grado di migliorare l’umore, grazie al suo contenuto di vitamina B9 ed acido folico, sostanze che aiutano l’ormone del buonumore, noto come serotonina, a raggiungere il cervello più rapidamente.

Parallelamente riducono lo stress, grazie al triptofano, amminoacido che riesce a ridurre l’ansia e l’insonnia e alls notopinrgtins, neurotrasmettitore che regola la risposta allo stress. Le banane ricaricano le energie, e si possono dunque mangiare al termine di un duro allenamento; inoltre contengono l’amido resistente, in grado cioè di resistere al processo di digestione e fanno sentire sazi. Tra le altre peculiarità riducono il colesterolo grazie alla presenza di fitosteroli, molecole che legano il colesterolo all’interno del lume intestinale impedendone l’assorbimento e favorendone l’espulsione.

Regolarizzano l’intesino grazie alle fibre e sali minerali che contengono mentre il contenuto di potassio e la ridotta presenza di sodio le rendono ideali per ridurre la pressione. Infine contrastano il rischio di anemia, dato che contengono moltissimo ferro.

Tutorial Utili

10 usi alternativi e molto utili del Vicks VapoRub

Il Vicks VapoRub è un unguento utilizzato già da decenni per alleviare la tosse ed altri sintomi del comune raffreddore.

Tuttavia, quelli che sanno in pochi è che, oltre ad apportare sollievo quando si è raffreddati, il Vicks VapoRub presenta altri sorprendenti usi dai quali possiamo trarre beneficio. Ecco di seguito i 10 modi alternativi di utilizzarlo.
1. Mal di piedi
I nostri piedi sono il nostro supporto giornaliero e molti dei lavori che realizziamo ci fanno sentire stanchi e con i piedi gonfi. Per ridurre il mal di piedi dopo un giorno pesante, l’unica cosa che dovete fare è applicare una buona quantità di Vicks VapoRub su entrambi i piedi prima di andare a dormire, realizzare un leggero massaggio e coprirli con delle calze. Il giorno seguente sentirete i piedi morbidi e riposati.
2. Ridurre i mal di testa
Molti dei mal di testa che proviamo durante il giorno possono essere prodotti da stress o da tensione. Per dare sollievo a questo dolore, l’ideale è applicare un po’ di Vicks VapoRub sulla fronte e noterete un grande sollievo in soli pochi minuti.
3. Combattere i foruncoli
Il Vicks VapoRub ed i suoi componenti vi possono aiutare anche nella cura dei foruncoli sulla pelle. L’unica cosa che dovete fare è applicare una piccola quantità di questo unguento sulla zona interessata.
4. Stanchezza muscolare
Dopo un’intensa attività fisica, la cosa più probabile è avvertire stanchezza muscolare e dolori in varie aree del corpo. Per dare sollievo a questi muscoli doloranti, dovrete applicare Vicks VapoRub sulle aree interessate ed effettuare un lieve massaggio. Questo apporterà un rapido sollievo e stimolerà anche la circolazione sanguigna.
5. Ridurre il dolore da scottatura
Siano scottature causate dal sole, da olio caldo o da qualsiasi altro elemento, il Vicks VapoRub può aiutare e fornire una sensazione di sollievo e favorire la cicatrizzazione.
6. Repellente per zanzare
L’odore molto forte del Vicks VapoRub sembra non piacere per nulla alle zanzare.Questo unguento vi aiuterà anche a tenere lontani questi insetti, ad evitarne le punture e a trattarle nel caso in cui vi abbiano già colpito. Applicate semplicemente questo prodotto quando vi trovate in luoghi in cui ci sono delle zanzare oppure applicatelo sulla zona in cui vi hanno punto.
7. Ridurre il rossore della pelle irritata
Questo prodotto è stato utilizzato anche per trattare la rosacea o le macchie rosse sulla pelle. Applicate una buona quantità di Vicks VapoRub sull’area affetta prima di andare a dormire e un altro strato quando vi svegliate.
8. Labbra secche
Le labbra secche non sono belle da un punto di vista estetico e possono anche indicare la presenza di qualche problema nel nostro organismo. Per eliminare la secchezza delle labbra ed idratarle in profondità, dovete solo applicare un po’ di Vicks VapoRub su tutte le labbra ogni volta che notate questo problema.
9. Lubrificare i cardini di una porta
Le porte di casa fanno quel fastidioso rumore stridente? Se volete che le vostre porte smettano di cigolare ogni volta che le aprite e chiudete, lubrificate i cardini con abbondante quantità di Vicks VapoRub e il gioco è fatto.
10. Crema snellente fatta in casa (continua a pagina 2)

Trucchi in Cucina

Le Fave di Cacao contro il colesterolo, l’adipe e non solo

Le fave di cacao sono i semi dei frutti dell’albero del cacao o Theobroma cacao. 
Proprietà e benefici delle Fave di Cacao
Le fave di cacao contengono poche calorie, sono ricche di vitamine e minerali e, cosa ancora più rilevante, possiedono numerose proprietà benefiche per la salute. Vediamole tutte:

Antidepressivo
Ce ne siamo accorti un po’ tutti, quando compare un po’ di sconforto e tristezza passeggera può bastare qualche quadretto di cioccolata a risollevare l’umore. L’effetto del cacao crudo in questo senso è ancora più forte. È infatti particolarmente ricco di magnesio (minerale fondamentale per il benessere del sistema nervoso oltre che per ossa e denti) ma anche consente al nostro organismo di produrre endorfine, aiutandoci a contrastare gli stati d’animo negativi ricoprendo il ruolo di antidepressivo naturale.

Energetico
I benefici delle fave di cacao sono molto evidenti anche sull’energia che forniscono al corpo. Questo eccezionale prodotto rappresenta oltremodo un’ottima fonte di energia tanto da essere consigliato sia agli sportivi che agli studenti. Grazie alla presenza di sali minerali e vitamine si comportano come un vero e proprio integratore naturale per il nostro organismo. Tra le sostanze presenti nel cacao ci sono magnesio, calcio, ferro, potassio e vitamine del gruppo B.

Stimolante
Grazie alla presenza di sostanze come la teobromina, tra le proprietà del cacao crudo e delle fave di cacao c’è quella di dare una sferzata all’organismo, stimolando il sistema nervoso. Un effetto simile a quello che fornisce la caffeina che tra l’altro anche il cacao contiene in piccolissima percentuale. Un consumo moderato migliora dunque la concentrazione mentre un eccesso può creare problemi di nervosismo e ansia.

Ottimo antiossidante
Le bacche di cacao contengono molte sostanze antiossidanti che, unite ad una sana alimentazione, attività fisica e in generale ad uno stile di vita sano, possono aiutare a proteggerci da malattie dovute all’invecchiamento cellulare. Contengono ingenti quantità di antiossidanti, flavonoidi e polifenoli che fungono da protezione contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle cellule ma anche di alcune patologie come tumori e artrite.

Un aiuto per la circolazione sanguigna
Tra le altre cose, aiutano la circolazione sanguigna e sono quindi preziosi alleati del cuore. Un prezioso alleato in grado di proteggere il sistema cardiocircolatorio, nonché  un mezzo capace di diminuire il livello di colesterolo LDL (colesterolo cattivo)

Il cacao crudo aiuta il metabolismo
Recenti ricerche scientifiche hanno evidenziato come il cacao crudo sia in grado di stimolare il metabolismo del corpo aiutando addirittura a dimagrire. L’esatto contrario di quanto si riteneva precedentemente, visto che da sempre il cioccolato è associato all’aumento di peso. Sembra invece che, grazie ad alcuni antiossidanti conosciuti come catechine, il cacao sia in grado di agire positivamente sul metabolismo.

Le fave di cacao sono consigliate anche come “spezza fame” grazie al loro basso apporto calorico (100 kcal/100 g) e per la loro ricchezza di minerali e vitamine. Oggi le fave di cacao tostate sono impiegate anche in cucina, in abbinamento ad alcuni piatti sfiziosi.

 

In commercio si trovano numerose marche e tipologia, dalle fave di cacao crude, a quelle tostate e, ancora più golose, tartufate!
L’elenco dei prodotti in vendita li trovate in questa pagina: http://amzn.to/2cUqdAs

 

Trucchi in Cucina

Il trucco più efficace per mangiare di meno, senza fatica

Una ricerca rivela che se lo fai, fa diminuire la voglia di mangiare il cibo spazzatura.
Specchiarsi durante i pasti rende i cibi più insapori
Secondo un recente studio, specchiarsi mentre si mangia cibo poco sano fa diminuire la voglia di mangiarlo. Addirittura, avrebbe l’effetto di diminuire anche il suo sapore.

Lo studio, pubblicato sul “Journal of the Association of Consumer Research”, è stato condotto da un team della University of Central Florida. I ricercatori hanno selezionato 185 giovani volontari e poi hanno chiesto ad alcuni di mangiare una torta al cioccolato e ad altri di mangiare una macedonia di frutta. Alcuni sono stati posizionati di fronte ad uno specchio, altri no. Come spiega Ata Jami, autore della ricerca, gli studiosi hanno osservato che coloro che si specchiavano durante il pasto finivano per trovarlo meno buono e meno soddisfacente.
Uno sguardo allo specchio comunica molto alle persone, e non dà informazioni solo sull’apparenza fisica, anzi, consente loro di guardarsi in modo oggettivo, li aiuta a giudicare se stessi e il proprio comportamento come se fossero visti da un’altra persona.
Lo specchio, insomma, accentuerebbe il senso di colpa e il disagio di chi mangia cibo poco salutare. Con il cibo sano, invece, i ricercatori non hanno registrato la stessa reazione: chi mangia, in quel caso, può guardarsi negli occhi senza problemi.
Quindi possiamo affermare che “Mangiare davanti allo specchio fa bene alla dieta”, provare non costa nulla, chi non ha in casa uno specchio come questo da mettere sul tavolo della cucina?:

Tutorial Utili

6 Modi Per Eliminare Le Macchie Della Pelle In Modo Naturale

Le antiestetiche macchie della pelle, soprattutto sul viso, sono in grado di rovinare irrimediabilmente anche il più radioso dei sorrisi e aggiungono alcuni anni anche alla donna più curata e in forma.

Ecco un modo ecologico, sano e naturale, per migliorare l’aspetto della nostra pelle e ritrovare un aspetto bello e sano.

Non ci resta che aprire il frigo o recarsi in dispensa per trovare i prodotti che fanno al caso nostro! Ecco quali:

1) Olio d’oliva e curcuma
Da un lato abbiamo l’olio extravergine di oliva, alimento principe della dieta mediterranea, noto per le sue virtù e proprietà benefiche, dall’altro lato abbiamo la curcuma, una spezia nota soprattutto per i suoi impieghi nella cucina orientale e indiana, che ha un’azione sbiancante sulla pelle, possiede un’azione anti-invecchiamento e contribuisce ad eliminare le rughe sottili. Ci servono due cucchiai di curcuma in polvere e due cucchiai di olio d’oliva. Mescolando insieme accuratamente questi due preziosi ingredienti, otterremo una miscela da applicare sul viso per almeno 40 minuti e come al solito risciacquare.

 

2) Succo di cipolla
Il succo di cipolla fa bene alla nostra pelle. Magari puzza un po’ ma davvero non possiamo rinunciarvi per le sue indispensabili proprietà antibatteriche e disinfettanti. Frulliamo una cipolla e aggiungiamo due cucchiai di aceto di mele. Imbeviamo un batuffolo di ovatta e applichiamo sulla pelle lasciando in posa per un quarto d’ora. Anche in questo caso, rimuoviamo delicatamente aiutandoci con acqua tiepida.

 

3) Patata
Le patate sono ricchissime di amido e per questo utili contro la pigmentazione, responsabile delle macchie scure in determinate zone della pelle. Tritiamo una patata precedentemente pelata ed estraiamone con una garza il succo da applicare sulla pelle macchiata. Dopo circa 10 – 15 minuti, risciacquiamo delicatamente con acqua tiepida senza strofinare la pelle.

 

4) Yogurt e carota
Le carote sono preziosissime per la nostra pelle per la ricca presenza di sali minerali e vitamine. Lo yogurt è ottimo per le sue proprietà astringenti che facilitano la rigenerazione della pelle. Poteva un’accoppiata mai essere migliore? Allora procediamo frullando una carota e poi mescolando sempre nel frullatore, per omogeneizzare meglio, un vasetto di yogurt naturale. Più è lontana la scadenza meglio è perché ci sono più fermenti attivi. Questa emulsione deve essere applicata sulla pelle in modo uniforme e lasciata agire per circa 20 minuti per poi essere rimossa con acqua tiepida.

 

5) Aceto di mele
L’aceto di mele purifica, regola il Ph e l’eccesso di sebo. Mescoliamo due cucchiai di aceto di mele con sei cucchiai di acqua. Prendiamo dei batuffoli di cotone idrofilo e applichiamo il liquido sulla pelle come se fosse un tonico almeno tre volte al giorno.

 

6) Limone e prezzemolo
Ottima combinazione purificante quella tra limone e prezzemolo che, insieme, contribuiscono a migliorare il generale aspetto della pelle. Il limone è prezioso anche per la presenza di vitamina C, un vero e proprio toccasana per la pelle. Prendiamo il succo di un limone e due cucchiai di prezzemolo tritato: applichiamo questa miscela sulla pelle e lasciamo agire per 30 minuti poi risciacquare con cura.

Trucchi in Cucina

Ecco cosa accade se assumiamo aglio e miele a digiuno per una settimana

L’aglio è uno degli ingredienti più utilizzati nelle cucine di tutto il mondo. Il suo sapore particolare si armonizza con molti altri condimenti ed esalta il sapore di numerosi piatti.

Oltre a essere un grande alleato in cucina, questo alimento veniva apprezzato già dall’antichità come uno dei migliori rimedi curativi. L’aglio ha dimostrato di essere utile  in caso di infiammazione, malattie croniche e vari tipi di infezione.

Gran parte delle sue proprietà si attribuisce alla presenza di allicina, un composto attivo che aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo alto, l’ipertensione e altri disturbi del sistema cardiovascolare.

È utile anche nel trattamento dei disturbi digestivi, le malattie dell’apparato respiratorio e le micosi.

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, inoltre, è un ottimo prodotto contro l’artrite, il cancro e il diabete.

I nutrizionisti consigliano di assumerlo crudo perché, in questo modo, si preservano tutti i suoi principi attivi.

Un buon modo per sfruttare le sue proprietà medicinali consiste nel mescolarlo al miele: in questo modo, diventa più facile da ingerire e ne potenziamo l’effetto.

Scoprite con noi i benefici che si ottengono ingerendo questi due ingredienti insieme per una settimana di seguito.
Aglio e miele per una settimana
1. Migliora la circolazione sanguigna
I composti solforati dell’aglio, insieme ai nutrienti del miele, sono molto utili al sistema circolatorio.

Entrambi esercitano un effetto anticoagulante e tonificante sulle vene e prevengono la comparsa di disturbi come trombosi e vene varicose.
2. Abbassa la pressione arteriosa
La pressione alta è un disturbo che mette a rischio l’intera salute cardiovascolare. Tenetela sotto controllo assumendo questo rimedio naturale tutti i giorni, a digiuno.
3. Tiene sotto controllo il colesterolo cattivo
L’allicina che viene liberata quando tritiamo l’aglio crudo aiuta a disintossicare il sangue ed eliminare l’eccesso di colesterolo. È, inoltre, un rimedio molto efficace per tenere a bada i trigliceridi.
4. Riduce l’infiammazione
È dimostrato che molti dei disturbi di salute cronici sono collegati ad uno squilibrio dei processi infiammatori nel corpo.

Sia l’aglio sia il miele contribuiscono a ridurre l’infiammazione e agiscono come calmante in caso di malattie quali l’artrite, la ritenzione idrica ed i disturbi muscolari.
5. Rafforza il sistema immunitario
Le proprietà antimicrobiche e antimicotiche dell’aglio e del miele sono di grande aiuto al sistema immunitario. Entrambi aumentano la risposta immunitaria contro virus, batteri e tutti i tipi di agenti patogeni che minacciano il nostro l’organismo.
6. Combatte la tosse
Quando la tosse è di origine batterica o virale, non c’è niente di meglio che un semplice sciroppo di miele con aglio tritato.

Calma la sensazione di irritazione alla gola e ha un effetto espettorante che facilita l’espulsione del catarro.
7. Accelera la guarigione dal raffreddore e l’influenza
Tutti i sintomi del raffreddore e dell’influenza possono essere controllati assumendo in modo regolare questo rimedio naturale.

È in grado di eliminare i virus e di stimolare l’attività degli anticorpi preposti a proteggere le vie respiratorie.
Come si prepara il rimedio naturale all’aglio e miele?
(vai a pagina 2)

Trucchi in Cucina

Questa pasta è senza grassi, zuccheri, additivi, cereali e glutine. E’ fatta con una pianta giapponese che si chiama Konjac.

La pasta è sempre stata nei primi posti nella lista della spesa degli Italiani, ma i piatti di pasta sono spesso ricchi di calorie. Da oggi è possibile dimagrire mangiando pasta! Dal Giappone è arrivata la pasta Shirataki, ed è buonissima!

[amazon_link asins=’B01AGLTWZ6,B018KA6PUA,B01BKQT7E2,B01IF0G5PK,B01HBP21MG’ template=’ProductCarousel’ store=’rivelazioni-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1367213b-d775-11e6-840a-19c6bfeb92a3′]
Di cosa è fatta la Pasta Shirataki
La pasta Shirataki è fatta da una fibra vegetale chiamata glucomannano, questa fibra è estratta dalla pianta Konjac che cresce principalmente nelle regioni calde del Giappone. Da anni la fibra è nota per la sue proprietà benefiche sulla salute.

La pasta Shirataki contiene solo 6 Kcal per 100 grammi ed è completamente senza grassi, senza zuccheri, senza additivi, senza cereali e senza glutine.
L’ Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha dichiarato che aiuta a perdere peso e che abbassa i livelli di colesterolo cattivo.
[amazon_link asins=’B01I50C0T0,B0187L6YKI,B00VXDCOVQ,B00VXDUWEM,B01NBKWFCH’ template=’ProductCarousel’ store=’rivelazioni-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d85dc1a5-d774-11e6-9fcb-f1b6aaf18b10′]

Come si prepara la Pasta Shirataki ?
La pasta non deve più essere cotta. Basta versare il contenuto di pasta necessario in un colapasta e risciacquare con acqua. Preparare il condimento preferito a base di pomodoro, carne, pesce o verdure, in stile orientale o in stile italiano, come si preferisce. Aggiungere la Pasta al condimento e farla riscaldare per qualche minuto.

Guarda questo video esplicativo:

Esistono varie tipologie in commercio, guarda su Amazon i vari tipi pasta dei vari marchi e confronta i prezzi:

[amazon_link asins=’B01AGLTWZ6,B018KA6PUA,B01BKQT7E2,B01IF0G5PK,B01HBP21MG’ template=’ProductCarousel’ store=’rivelazioni-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1367213b-d775-11e6-840a-19c6bfeb92a3′]

Tutorial Utili

Esegui questi 7 esercizi per 7 minuti e i tuoi dolori alla schiena scompariranno all’istante!

Una delle conseguenze nell’essere una persona sedentaria (in molti casi anche nell’essere una persona super attiva) è il mal di schiena. Le persone che soffrono di questa fastidiosa e dolorosa patologia sono milioni soltanto in Italia. Tuttavia il mal di schiena, nella maggior parte dei casi, può essere completamente eliminato grazie ad alcuni semplici e costanti accorgimenti.

Nei casi di rigidità, dolori e spasmi questi 7 esercizi di stretching riporteranno la tua schiena in forma e in salute:
1. Lo stretching sul pavimento del bicipite femorale
Mantieni la posizione per 30 secondi, due volte per ogni gamba.

2. Stretching dal ginocchio al petto
Questo esercizio aiuta a rilassare e rinforzare i glutei. Mantieni la posizione per 20 secondi per ciascuna gamba, ripeti per due volte.

3. Stretching spinale
Questo esercizio è indicato per chi soffre di sciatica. Mantieni la posizione per 20 secondi e ripeti sull’altro ginocchio. Puoi ripeterlo quanto desideri, ma senza esagerare.

4. Stretching del piriforme
Mantieni la posizione per 30 secondi e ripeti con l’altra gamba.

5. Stretching dei flessori dell’anca
Mantieni la posizione per 30 secondi, cambia gamba e ripeti.

6. Stretching a terra del quadricipite
Mantieni la posizione per 30 secondi su ogni lato. Ripeti due volte per ogni lato.

7. Stretching completo della schiena
Mantieni la posizione per 30 secondi

e dopo prova questo:

Mantieni la posizione per 10 secondi su ogni lato.
Con impegno e volontà riavrai una schiena nuova perfettamente in forma!

Trucchi in Cucina

Zenzero: 12 proprietà e benefici

Scopriamo tutte le proprietà dello Zenzero da quelle curative agli effetti dimagranti approfondiamo gli usi più comuni di questa radice.
Lo zenzero ha moltissime proprietà terapeutiche:

1. aiuta la digestione e contrasta i bruciori di stomaco

2. Ha proprietà antibatteriche e contrasta l’helicobacter pylori

3. riduce i problemi di reflusso gastrico

4. Contrasta il senso di nausea ed il vomito e può essere usato contro mal d’auto, aereo o mal di mare per i viaggi in nave

5. Riequilibra la flora batterica e contrasta diarrea, stitichezza e meteorismo

6. Gli impacchi di zenzero possono essere usati contro dolori muscolari, nevralgie e reumatismi

7. È utile contro le eruzioni cutanee e le ustioni lievi dato che disinfetta e riduce dolore e arrossamento

8. È un buon antidolorifico naturale e combatte mal di testa e mal di denti

9. Ha proprietà antiossidanti e contrasta i radicali liberi ed invecchiamento cellulare.

10. Accelera il metabolismo ed ha effetti diuretici e dimagranti, caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto per coloro che sono dieta anche in virtù delle poche calorie che la radice apporta.

12. È un valido antiinfiammatorio naturale ed aiuta a combattere faringiti, laringiti e tracheiti.

Nel video sono presenti alcuni consigli per utilizzare al meglio lo zenzero e godere dei sui benefici:

Il video illustra inoltre i valori nutrizionali e le calorie della radice di zenzero.
LEGGI ANCHE:

10 modi di usare lo zenzero fresco per trarne beneficio
Lo zenzero in cucina: 4 ricette facili e salutari

 

Trucchi in Cucina

Snack notturni: i 10 cibi sani che si possono mangiare prima di andare a letto

Avere fame poco prima di andare a letto, quel classico languore che fa venire una voglia pazza di dolci e a cui spesso non sappiamo resistere…

Come spiega il Wall Street Journal, moltissime persone passano dalla cucina mentre si preparano per la notte, finendo magari per mangiare del gelato, delle patatine, dei biscotti e altri snack poco sani che peggiorano la qualità del sonno e fanno ingrassare!

Questi che vi elenchiamo sono i 10 cibi che si possono tranquillamente consumare a tarda sera, sia come snack che come cena senza rischi né per il riposo né per il girovita:

1. Avocado
Per lo spuntino di mezzanotte è perfetto l’avocado, ricco di minerali sedativi come il magnesio e il potassio.