Animazioni

French Roast – Un corto da Oscar

Un uomo al bar che si accorge di non avere il portafogli, un barbone che vuole riscuotere mance e una suora ricercata dalla polizia, questi sono i clienti di un bar francese con un grande specchio, panche imbottite e lampadine male funzionanti, con un barista che passa il tempo a sistemarle… Intrigante.

Animazioni

Una delle campagne pubblicitarie inglesi più riuscite degli ultimi tempi

Certamente una delle campagne pubblicitarie inglesi più riuscite e di successo degli ultimi tempi. Questo che vi proponiamo è l’ultimo spot dal nome “Oleg’s Magical Dream”, Il Sogno Magico di Oleg.
Compare the Meerkat è una campagna pubblicitaria britannica di comparethemarket.com , un sito di comparazione prezzi, che gioca sulla somiglianza tra le parole Meerkat e Market, che in inglese significano Suricato e Mercato.
Confronta i Suricati, quindi, sarebbe la traduzione di questi spot televisivi che basano il loro successo sui personaggi animati raffiguranti dei Suricati.
Un simpatico animaletto in vestaglia di nome Aleksandr Orlov è il protagonista della serie pubblicitaria, in questo video in particolare il protagonista è il piccolo Oleg.
Aleksandr è un suricato (meerkat in inglese) che, con un forte accento russo, spiega al suo pubblico la differenza tra il suo sito CompareTheMeerkat.com, che paragona gli animaletti per quanto riguarda grandezza, hobby ecc. e del quale è il fondatore, e il sito CompareTheMarket.com che compara i prezzi di diversi tipi di assicurazioni.

[amazon_link asins=’B00PQVZK80,B01LZHW37G,B00Y40DP9U,B01M0H2XYJ,B01MXR0KGO,B00O52WBRO’ template=’ProductCarousel’ store=’rivelazioni-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ab2345e7-d8e3-11e6-9053-05d2ca14c293′]La simpatia di questa serie di spot sta proprio nel costante mis-spelling tra “Compare the Market” e “Compare the Meerkat”. Aleksandr si lamenta delle numerose richieste di assicurazioni auto convenienti che riceve ogni giorno e per questo ha deciso di spiegare al pubblico la differenza tra i due siti una volta per tutte!

Nel sito web di Aleksandr potete “comparare” i suricati per grandezza, habitat e hobbies preferiti… ma ricordate, se state cercando un’assicurazione auto economica il sito giusto invece è CompareTheMarket.com!

Guardate alcuni video, non vi risulterà difficile affezionarvi subito ad Aleksandr e al suo “fidato” tecnico informatico Sergey. Noi siamo già suoi fan, e voi?

[amazon_link asins=’B00PQVZK80,B01LZHW37G,B00Y40DP9U,B01M0H2XYJ,B01MXR0KGO,B00O52WBRO’ template=’ProductCarousel’ store=’rivelazioni-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ab2345e7-d8e3-11e6-9053-05d2ca14c293′]

Animazioni

A ruota libera

Negli anni Cinquanta, nel famoso Roller Derby Hall of Fame, la routine quotidiana di una donna delle pulizie senza pretese prenderà una piega inaspettata e segnerà l’inizio della sua nuova vita.

2012 SUPINFOCOM Arles Graduation short movie

Directed by :
Florian PICHON
Héloise PAPILLON
Lucas MORANDI
Julien PEREZ
Maxime MEGE-YHTHIER
Jean-Baptiste TRULLU

Original Score composed by Maxime DELONGVERT

Animazioni

L’UNIONE FA LA FORZA: 3 animazioni esemplari

3 video cartoons molto divertenti della pubblicità di Lijn, una compagnia belga di Bus, che promuove i viaggi di gruppo. Un’innovativo modo per motivare le persone ad usare il bus per viaggiare.
Il messaggio dice: “It’s smarter to travel in groups, Take the bus” che tradotto è: “E’ più intelligente viaggiare in gruppo, prendete l’autobus”. Come a dire: L’UNIONE FA LA FORZA 🙂

Animazioni

OMELETTE – un corto animato sensibile e delicato

Spesso nei momenti più storti della nostra vita, qualcuno ha tramato nell’ombra per farci tornare il sorriso. La maggior parte delle volte siamo così concentrati su di noi da non riuscire a vederlo. Ed è sempre più vicino di quanto possiamo credere.
Omelette è un delicatissimo corto animato di Madeline Sharafian che racconta proprio questo.

Aprite gli occhi.

Animazioni TOP

PIPER, il bellissimo corto della Pixar che ci insegna a guardare le cose da un’altra prospettiva

Piper racconta la storia di un piccolo adorabile Piovanello alle prese con le prime difficoltà della vita. Invitato da sua mamma ad avvicinarsi all’oceano, Piper non ha alcun timore e si incammina tranquillo verso la riva incurante della potenza dirompente di quelle onde che da lì a poco lo avrebbero travolto e spaventato. A chi non è capitato da bambino di essere spaventati dalla forza del mare? Per Piper la questione si chiude lì: impossibile per lui pensare anche solo all’ipotesi di provare a riavvicinarsi al mare.

Ma, come spesso accade, arriva un momento in cui la vita ti pone di fronte a una scelta con sfide e paure che vanno inevitabilmente affrontate. E se al pressante richiamo della fame si aggiunge anche la curiosità e il desiderio di scoperta, ecco arrivato per Piper il momento di mettere da parte qualsiasi timore per provare a superare quelli gli apparenti ostacoli insormontabili. È così la paura si fa da parte e la scoperta si fa magica.

Curato nei minimi dettagli, Piper non ha bisogno di inutili frasi o dialoghi per comunicare la bellezza di una storia in grado di parlare sono attraverso il potere di immagini spettacolari. Basta fermarsi a guardare con attenzione a come gli autori siano riusciti a delineare le differenti sfumature di colore della sabbia, con tonalità che variano dall’arancione al marrone e al bianco, o quelle del mare che appare talmente reale da suscitare stupore.

C’è sempre qualcosa di magico nei cortometraggi della Pixar. Non solo la cura nei dettagli, la delicatezza dei disegni e i colori, ma soprattutto la potenza di storie in grado di emozionare grandi e piccini. Un’animazione splendida creato da Alan Barillaro con le meravigliose musiche di Adrian Belew, storico membro dei King Crimson.

Scrivi il tuo commento qui su facebook: www.facebook.com/rivelazioni

 

Animazioni

SCEGLI ME

Guarda questo toccante cortometraggio animato dal talento di Nair Archawattana.

In un freddo canile, un cucciolo di cane è in attesa di essere adottato. Il tempo passa e il cucciolo è sempre più disperato. Finché un giorno, quando la speranza finalmente si accende su di lui, deve fare tutto il possibile per farsi scegliere dalla ragazzina attratta dal cagnolino bianco di razza…

“Take Me Home” – by Nair Archawattana

Animazioni

Quando il Giorno Incontra La Notte – stupendo corto della Pixar.

Quando il giorno incontra la notte (Day & Night) è un cortometraggio animato statunitense del 2010 in CGI, diretto da Teddy Newton.
Prodotto dagli Pixar Animation Studios in co-produzione con Walt Disney Pictures, Quando il giorno incontra la notte, a differenza dei precedenti cortometraggi Pixar, unisce elementi disegni a mano con animazione al computer. Il designer Don Shank ha affermato che è «diverso da tutto ciò che Pixar ha prodotto fino ad ora».

«ECCO LA GENIALITA’ : INSEGNARE CON UNA FORMA DI INTRATTENIMENTO UNO DEI PIU GRANDI PROBLEMI DI SEMPRE: QUELLO DELL’ INTEGRAZIONE E DEL RISPETTO DELL ‘ ALTRO ESSENDO DIVERSO. ECCO COME IL MONDO PUO’ CAMBIARE CON PICCOLE E APPARENTEMENTE COSE BANALI   (COME QUESTA).» Carlo Marrubini

«Bellissimo insegnare ai bambini di non aver paura dell’ignoto perché solo così saranno incuriositi a scoprire ogni cosa e di non aver paura della diversità in tutte le sue forme…» Virgy Migliaro

Giorno e Notte sono due personalità diametralmente opposte, non si fidano una dell’altra, ma sono allo stesso tempo complementari.

Come due buchi della serratura, attraverso i loro corpi è possibile osservare lo svolgersi della vita, nei due momenti della giornata che i protagonisti rappresentano: Giorno mostra una ragazza in bikini che sta prendendo il sole, mentre Notte, nello stesso luogo, ha solo un lupo che ulula alla luna; la Las Vegas Strip con Giorno è un insieme di palazzi ed edifici privi di attrattiva, mentre con Notte la città si illumina di mille luci e fuochi d’artificio esplodono in cielo.

Un prato pieno di insetti ronzanti diventa, di notte, una distesa di lucciole; una piscina all’aperto, di giorno, pullula di vita e di notte, al contrario, viene chiusa.

Iniziando a scoprire i loro aspetti positivi e le differenze, Giorno e Notte fanno amicizia, litigano e ballano al ritmo della musica di Las Vegas finché Giorno non capita su una stazione radio, in cui viene trasmesso un messaggio di Wayne Walter Dyer, che invita gli ascoltatori a essere interessati alle cose diverse da loro e a quelle che non conoscono, perché sono proprio le cose misteriose a essere quelle più interessanti.
I due allora si abbracciano e, nei loro corpi, vedono il sole tramontare da una parte e albeggiare dall’altra nello stesso istante.

Giorno e Notte si rallegrano nello scoprire di aver invertito i ruoli.

Giorno può ora godersi i fuochi d’artificio, i cinema all’aperto e le luci di Las Vegas, mentre Notte può divertirsi con le spiagge popolate, gli arcobaleni e i giochi dei bambini.

 

Animazioni

A LOVE STORY: un corto animato che insegna a non sacrificare l’amore per l’ambizione

Lui ha un chioschetto di aranciata, lei di limonata. Lui vorrebbe mettere da parte dei soldini per invitare lei al cinema, ma si scatena una concorrenza infinita che finisce per far loro dimenticare ciò che veramente conta nella vita. Con il passare degli anni, diventano due imprenditori di successo. Ma sono veramente felici? Una storia a lieto fine, che vale la pena di vedere.

Il cortometraggio animato, “A love story” è stato realizzato dalla catena di ristoranti statunitense Chipotle Mexican Grill per promuovere un’alimentazione più sana.

La storia d’amore è accompagnata da ‘I Want It That Way’, dei Backstreet Boys, interpretata da Brittany Howard degli Alabama Shakes e Jim James dei My Morning Jacket.

Animazioni

Un divertente corto che narra della nudità nell’arte…

Il video è divertente e geniale! La nudità, anche se è  sempre stata rappresentata nell’arte di tutti i secoli, ha creato disagi e turbamenti tanto da essere stata spesso censurata  da chi l’ha ritenuta offensiva e pornografica.

Questo straordinario cortometraggio d’animazione in 3D dal titolo “None Of That” realizzato dalle menti geniali di  Isabela Littger, Anna Hinds Paddock e Kriti Kaur mostra un insolito incontro tra la guardia di sicurezza di un Museo d’Arte e una stravagante quanto determinata suora attiva nel coprire tutte le parti intime delle sculture e dei quadri presenti nel museo. Anche il povero David viene preso di mira e il povero sorvegliante per evitare che anche le nudità del capolavoro di Michelangelo vengano coperte si esibisce in uno spettacolo che però non fermerà la piccola e caparbia suora che anzi  metterà nei guai l’uomo.

Un capolavoro da guardare e condividere!!!

Animazioni

Lovebites

Fantastico corto animato che ha vinto  l’Award winning CGI Animated short film dell’Academy of Interactive Entertainment Sydney.

Check out this fantastic award winning CGI Animated short film about Cecil the praying mantis, who goes on his first date! Created by the talented Agaki Bautista, Aram Davern, Michael De Caria, Jonathon Iskov, Peter Lam, & Doug Walker !

Software used: Maya and Zbrush / Arnold Renderer / Nuke

Animazioni

Ehi-Hooo Ehi-Hooo ANDIAMO A LAVORAR !!!!!

Non vi ricordate i nomi dei sette nani? allora cliccate qui: 

Biancaneve e i sette nani (Snow White and the Seven Dwarfs) è un film del 1937 diretto da David Hand. È un film d’animazione americano prodotto da Walt Disney e distribuito dalla RKO Radio Pictures. Basato sull’omonima fiaba dei fratelli Grimm, è il primo lungometraggio in cel animation della storia del cinema, il primo film d’animazione prodotto in America, il primo ad essere stato prodotto completamente a colori e il primo film prodotto dalla Walt Disney Productions, nonché il primo Classico Disney.[1] La storia venne adattata dagli storyboard artists Dorothy Ann Blank, Richard Creedon, Merrill De Maris, Otto Englander, Earl Hurd, Dick Rickard, Ted Sears e Webb Smith. David Hand fu il supervisore alla regia, mentre William Cottrell, Wilfred Jackson, Larry Morey, Perce Pearce e Ben Sharpsteen diressero le sequenze individuali del film.

Il film venne proiettato in anteprima al Carthay Circle Theatre il 21 dicembre 1937, e distribuito in tutti gli USA il 4 febbraio 1938. In Italia uscì l’8 dicembre dello stesso anno. Dopo la sua prima uscita (prima delle riedizioni) il film aveva incassato un totale di 8 milioni di dollari in tutto il mondo.

Il film è stato aggiunto al National Film Registry degli Stati Uniti per essere considerato “culturalmente, storicamente o esteticamente significativo” nel 1989. Era uno dei due film d’animazione a comparire nella lista dei 100 più grandi film americani di tutti i tempi dell’American Film Institute nel 1997 (l’altro era Fantasia, sempre della Disney), al numero 49 della classifica. Ha raggiunto il numero 34 nella revisione del 2007, questa volta come unico film in animazione tradizionale della lista. L’AFI lo ha eletto il miglior film d’animazione americano di tutti i tempi nel 2008.

Animazioni

LE LUCI DELLA NOTTE – Un corto animato per chi ha paura del BUIO

I bambini superano la loro paura del buio crescendo e spesso basta la nostra vicinanza o il loro pupazzo preferito a confortarli e rassicurarli. E se non bastasse? Raccontategli questa storia, guardate questo corto animato dolcissimo.

La paura del buio, che provano tutti i bambini, simboleggia il timore di essere lasciati soli che si accentua nel momento in cui il bambino si trova nell’oscurità e il vuoto delle figure di riferimento viene riempito da immagini di mostri. In questa fiaba le LUCI DELLA NOTTE saranno in grado di rassicurare e di risolvere così il problema, attraverso il calore del legame e della compagnia, grandi antidoti al timore dell’oscurità.

Nello stesso tempo, però, viene suggerito tra le righe che è il fatto di essere effettivamente sola e abbandonata da tutti a giustificare la paura. Il bambino non è solo!

In questa storia il sentimento della paura è stato volutamente attribuito a un personaggio grande e grosso. Vedere una sorta di mostro che invece di fare paura gioca con la bambina e la diverte, sottolinea il carattere paradossale della paura del buio, che spesso i bambini comprendono ma non riescono a dominare.

Nella maggior parte dei casi è sufficiente una lucina alla base del letto oppure un pupazzo morbido da stringere: ma con questa fiaba gli si insegna che il mondo degli affetti non è scomparso nel nulla ma può esistere anche nel buio.

 

Animazioni

ZAMPETTE SPAVENTOSE

Scary Legs (che possiamo tradurre come Zampette spaventose, visto l’argomento) è un divertente video di Simon’s Cat, uno dei gatti più famosi di tutto il web. Simon, l’umano che si prende cura (o almeno ci prova) del celebre gatto, sta leggendo un libro, comodamente seduto sul divano, mentre il micino se ne sta sul bracciolo a pensare ai fatti suoi e, soprattutto, a come mangiare! A un certo punto spunta un ragno e Simon, l’umano, si spaventa a morte, tanto da dare indicazioni al gatto per farlo fuori! Il micione gioca con il ragno, se lo mangia e poi lo mette dinanzi ai piedi di Simon, come fanno tutti i gatti con le loro prede. Simon però è troppo preso dalla lettura che non si rende conto che il ragno è ancora vivo. Simon continua tranquillo la lettura, fino a quando…